Di cosa è fatto il vetro antiproiettile?

Benché lo si chiami vetro, il vetro antiproiettile non si compone necessariamente di solo vetro. Può anche essere fatto di materiali plastici trasparenti, come il policarbonato o l’acrilico, oppure comporsi, nel migliore dei casi, di un assemblaggio di vetro e plastiche, combinazione di materiali che risulta particolarmente efficace nel fermare i proiettili.
Vogliamo qui spiegare le differenze tra le diverse tipologie di vetrate antiproiettile e le applicazioni più indicate per ciascuna.

SILATEC ShooteQ

Tutto ciò che c’è da sapere sul
vetro antiproiettile lo trovate qui


Vetro antiproiettile

Vetro antiproiettile: simmetrico e asimmetrico

In termini di struttura il vetro antiproiettile può essere simmetrico o asimmetrico. Il vetro antiproiettile simmetrico presenta una struttura identica su entrambi i lati, per cui il livello di resistenza ai proiettili è lo stesso da una parte e dall’altra. Logico. Gran parte delle lastre di vetro antiproiettile vengono però realizzate con una struttura asimmetrica. Resistendo infatti alla penetrazione dei proiettili con un ridotto utilizzo di materiali, le asimmetriche sono di fatto più efficaci.
Le lastre antiproiettile con struttura asimmetrica resistono ai colpi di arma da fuoco solo da un lato, ovvero dal lato in cui viene sferrato l’attacco. Per questo motivo è importante che nell’installazione venga rispettato il verso di posa. Il lato di attacco della vetrata fronteggia la minaccia mentre il lato opposto a quello di attacco è quello che si intende proteggere.

vetro antiproiettile simmetricovetro antiproiettile asimmetrico
Vantaggioantiproiettile da entrambi i latiun po’ più sottile e leggero
Svantaggiopiù spesso e pesante dell’asimmetriconecessario rispettare il verso di posa
simmetrico
 
asimmetrico

Vetrate blindate antiproiettile in vetro e policarbonato: sottili e leggere

Il vetro e il policarbonato, combinati insieme, rappresentano la soluzione ideale per rendere le vetrate antiproiettile molto più leggere e molto più sottili. In più le lastre realizzate con questo mix di materiali risultano completamente trasparenti e prive delle sfumature verdoline tipiche del vetro corazzato. Di tutte le possibili varianti costruttive del vetro blindato antiproiettile, questa è di gran lunga la migliore. Grazie al peso ridotto, le finestre si aprono facilmente. Perfette per mettere in sicurezza ville ed edifici pubblici. Anche perché, oltretutto, rispetto ad altre vetrazioni antiproiettile, sono anche altamente resistenti ai tentativi di scasso. E da decenni SILATEC è leader mondiale nella produzione di vetrate antiproiettile in vetro e policarbonato. (Per saperne di più su: Vetro antieffrazione)

Vantaggiosottile, leggero, trasparente, elevata protezione antieffrazione
Svantaggiopiù complesso da produrre rispetto al vetro blindato laminato tradizionale
 
SILATEC
Vetro-policarbonato
       
SILATEC
Vetro-policarbonato-vetro

Applicazioni del vetro antiproiettile di SILATEC

Noi vi proteggiamo
+49 8171-9281 0
Voglio contattarvi
Il primo passo per una consulenza diretta.

Vi aiutiamo a trovare la protezione adatta alle vostre esigenze.

 

Utilizzate il modulo per contattarci: vi risponderemo nel giro di qualche ora.

Garantiamo la riservatezza dei dati personali e non li
trasmettiamo a terzi.

HP

Per proteggervi da un’arma calibro .357 Magnum, si parte da soli 20 mm di spessore (3/4“)

Waffen
SILATEC ShooteQ, sottile e leggero
Arma

Spessore da [mm]

Peso [kg/m2]

.22LR

15

28

Pistola da 9mm

19

35

Mag 357

21

40

Mag .44

25

52

AK47 7,62 x 39

36

76

Nato G3 7,62 x 51

42

90

Nato G3 nucleo duro

63

126

Dragunov nucleo duro

95

203

Il catalogo prodotti SILATEC ShooteQ contiene soluzioni per proteggervi da diverse tipologie di armi da fuoco, per esempio il Kalashnikov AK-47, il fucile d’assalto M16 e il fucile di precisione Dragunow.

Vetro antiproiettile laminato tradizionale: spesso e pesante

In questa tipologia di vetro, più lastre vengono laminate con una sottile pellicola fino a formare uno spesso blocco di vetro.

Più aumenta lo spessore di questo vetro, più aumenta anche la resistenza alla penetrazione dei proiettili. Lo svantaggio di questo principio costruttivo è evidente: il peso della vetrazione antiproiettile aumenta al crescere del suo spessore, il che risulta particolarmente svantaggioso su porte e finestre, per le quali si deve tener conto dei limiti di carico dei ferramenti. Un altro svantaggio è che all’aumentare dello spessore s’intensifica anche la colorazione verdolina del vetro. Per cui, più s’ispessisce, più guardando attraverso il vetro la vista si fa verde. Bassa, per queste vetrate, è anche la protezione antieffrazione. Basti pensare che per praticare grossi fori in un vetro corazzato dello spessore anche di 100 mm (4“), per esempio con un martello, ci vuole meno di un minuto.

Quanto ci vuole per infrangere un vetro blindato?

Lastra antiproiettile di sole plastiche, senza vetro

Esiste del vetro antiproiettile che non contiene proprio vetro? Sì. Si tratta di lastre resistenti ai proiettili composte soltanto da materiali plastici trasparenti, come il policarbonato e il PMMA, anche noto come vetro acrilico. Dal momento che queste lastre antiproiettile sono molto leggere, trovano applicazione per esempio nei veicoli speciali o nei macchinari per l’edilizia. Lo svantaggio di queste soluzioni a composizione esclusivamente plastica è che di fatto proteggono soltanto contro i colpi di armi da fuoco corte, ragion per cui non le si utilizza negli edifici e soprattutto non le si utilizza per gli esterni.

Vantaggiodi solito un po’ più economico da produrre
Svantaggiopesante, spesso, verdolino, appena resistente all’effrazione
Vetro antiproiettile tradizionale:
realizzato “con solo vetro”: spesso, pesante e verde
Vantaggioestremamente leggero
Svantaggionon si presta ad applicazioni per esterni degli edifici, di solito protegge soltanto contro i colpi di armi da fuoco corte
  SILATEC MyGard
senza vetro
Noi vi proteggiamo
+49 8171-9281 0
Voglio contattarvi
Il primo passo per una consulenza diretta.

Vi aiutiamo a trovare la protezione adatta alle vostre esigenze.

 

Utilizzate il modulo per contattarci: vi risponderemo nel giro di qualche ora.

Garantiamo la riservatezza dei dati personali e non li
trasmettiamo a terzi.

HP

Altri argomenti di interesse:

Ecco come viene testato il vetro antiproiettile

 

Classi di resistenza alle armi da fuoco: EN 1063, Gost, Nato

SILATEC ShooteQ

Tutto ciò che c’è da sapere su questo vetro antiproiettile particolarmente leggero e sottile

SILATEC ShooteQ

Altri prodotti

ISOVdSTÜV SüdBeschussamt UlmBeschussamt MünchenG7 BiarrizG20 GermanyTU BerlinIfTTU DresdeniwfPfB